04.06.2018

Ampie vedute – Storie di fotogiornalismo a cura di Internazionale

Palazzo Reale - Sala delle Cariatidi

h

L’utilizzo distintivo del mezzo fotografico come elemento di aggancio emotivo-narrativo-giornalistico-estetico ha reso negli anni Internazionale un punto di riferimento unico nel panorama italiano. Milano PhotoWeek e Internazionale presentano tre incontri che, a partire dalle immagini e dal punto di vista fornito da altrettanti straordinari progetti fotografici, ci condurranno dentro tre storie che riguardano il mondo in cui viviamo. Un progetto Milano PhotoWeek realizzato in collaborazione con Internazionale, ospitati dalla Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale, Piazza del Duomo 12.

La nuova via della seta di Davide Monteleone
8 Giugno. Ore 21:00
È il progetto infrastrutturale più ambizioso del mondo: lanciato dalla Cina nel 2013, collegherà sessantotto paesi, in cui vive il 65 per cento degli abitanti della terra e che producono il 30 per cento del pil globale. Davide Monteleone ha percorso un tratto della Nuova via della seta e ne parlerà con Giuseppe Gabusi (Università di Torino) e Junko Terao (Internazionale).

Ingresso su prenotazione fino ad esaurimento posti
Prenotazioni: clicca qui

Guarda, ascolta con Newsha Tavakolian
9 Giugno. Ore 19:00
La solitudine dei giovani della classe media a Teheran, le cantanti iraniane che nessuno può ascoltare, le pagine di un album di famiglia nell’Iran di oggi, i ritratti e le storie delle combattenti curde in Siria. La fotografa Newsha Tavakolian presenterà  il suo lavoro tra arte e fotografia documentaria insieme a Francesca Sibani (Internazionale).
L’incontro si terrà in lingua inglese. Verranno messe a disposizione del pubblico delle cuffie per la traduzione simultanea.

Ingresso su prenotazione fino ad esaurimento posti
Prenotazioni: clicca qui

Cham di Nicola Lo Calzo
10 Giugno. Ore 12:00
Schiavitù e memoria: per sette anni, Nicola Lo Calzo ha viaggiato dalle coste dell’Africa occidentale ai Caraibi e al sud degli Stati Uniti in cerca delle tracce lasciate dalla tratta degli schiavi africani. Riti e tradizioni che testimoniano una storia di dolore ma anche di resistenza. Il fotografo ne parlerà  con la scrittrice Igiaba Scego.

Ingresso su prenotazione fino ad esaurimento posti
Prenotazioni: clicca qui