07.06.2018

Mostra

Paolo Gioli. Transfer di volti dell’arte

Museo Poldi Pezzoli

h 10:00 - 18:00

Paolo Gioli, artista noto a livello intemazionale, esordisce negli anni Sessanta come pittore, sperimentando successivamente anche la litografia e la serigrafia, spostando poi l’attenzione sul cinema e sulla fotografia. Nella prima meta degli anni Ottanta Gioli dedica una serie di opere ad alcuni pittori del Rinascimento, utilizza a questo scopo l’immagine Polaroid, forma particolare di fotografia inventata negli anni Cinquanta del Novecento e nota per il suo attraente effetto di unicita-istantaneita. Nel materiale Polaroid può elaborare il suo immaginario focalizzandosi nel tempo attorno ai grandi temi del nudo, del volto e della natura morta. Il ciclo dedicato ai pittori rappresenta una riflessione sul volto, una sorta di studio dell’identità, in cui i visi estratti dai dipinti sono ispezionati, scavati nei loro sdoppiati, ripetuti o rispecchiati, talvolta fantasiosamente messi l’uno accanto all’altro in dialoghi immaginari, in una continua invenzione di tecniche che aiutano il materiale Polaroid a esprimere la sua stessa interiorità, tra cui il suo trasferimento su carta da disegno, una delle tecniche delle quali Gioli è riconosciuto maestro a livello internazionale.

Via Manzoni 12
www.museopoldipezzoli.it

Mostra aperta dall’1 Giugno al 10 Settembre. Orari: 10:00 – 18:00 chiuso il Martedì.
Ingresso a pagamento